L’Utopia di Luca Ronconi – Ida Bassignano

UTOPIA

€ 15.00

Autore: Ida Bassignano
Genere: Saggistica – Teatro
Formato: 13×20 cm
Edizione: dicembre 2019
Pagine: 152
ISBN: 978-88-94890-30-3

Categoria: .

Descrizione prodotto

Lo spettacolo di Utopia era costituito da cinque commedie di Aristofane (Cavalieri, Donne al Parlamento, Pluto, Uccelli, Lisistrata) e prodotto da Festival internazionali (Edimburgo, Berlino, Parigi e anche Shiraz in Persia, l’unico che poi non andò in porto), dalla Biennale di Venezia, dallo Stabile di Torino, dal Fabbricone di Prato e anche dal Pci, più precisamente dal settore produttivo dei Festival dell’Unità.

La rappresentazione (una fantasmagorica sfilata di trentatré attori, sei automobili, un camion, una corriera e persino un piccolo aereo Piper) doveva svolgersi su una strada di 60 metri per 10, con pubblico previsto su tribune laterali: era uno spettacolo in cammino.

Non si parlava solo di utopie sociali e politiche della Grecia classica messe a confronto con l’attualità, ma la rappresentazione stessa era una sorta di utopia con tutte le sue difficoltà teatrali, logistiche e climatiche, in un’estate particolarmente piovosa.

Ho pensato che poteva essere importante parlare di un’esperienza unica e irripetibile soprattutto oggi in un’epoca di scarsi ardimenti teatrali.

Dalla Nota dell’autrice

È lunga cinquanta metri la strada dove si situa questo poderoso spaccato sul tema del buongoverno e dell’Utopia, ottenuto da Luca Ronconi smontando e ricomponendo in un’unica gran commedia inedita cinque testi di Aristofane. Simbolo di una città in divenire, la strada dell’utopia è percorsa da una processione inesauribile, una marcia vanamente ripetuta da un popolo di scontenti vero un illusorio progresso…

Franco Quadri


Ida Bassignano. Autrice e regista di innumerevoli titoli per il teatro, la radio e la tv. Dopo vari stages all’estero ed esperienze nel teatro sperimentale romano (in particolare al Beat 72) è stata regista assistente di Luca Ronconi (nel 1975 per Utopia,  nell’81 per L’uccellino azzurro di Maeterlinck e Opera di Luciano Berio). Raggiunge il suo personale successo di regista con Molly cara (1979) tratto dall’Ulisse di Joyce, protagonista Piera Degli Esposti. Tra le sue altre regie teatrali Lisistrata a Verona, Frankenstein di Ugo Leonzio, Prometheus concert a Gibellina, La vendetta di Agota Kristof,  Malìa di Gianni Guardigli.

Ha collaborato per lungo tempo con la Rai, realizzando centinaia di programmi radiofonici. È autrice di testi per il teatro (L’habalera, Tennis girl, Serial ego) ed anche di sceneggiature cinematografiche, revisioni e adattamento di dialoghi.

Dopo una collaborazione alle pagine culturali de l’Unità (rubrica “La cara estinta. Ritrattini di fine secolo”) pubblica il romanzo autobiografico Maria d’Berlòc (Jacobelli, 2016).

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti registrati che hanno comprato questo prodotto possono lasciare una recensione.