19-24 ottobre – In Sicilia presentazioni del libro E vissero tutti feriti e contenti di Ettore Zanca

slide_Sicilia

Zanca-Sicilia

Eccoci Signore e Signori. I paletti sono piantati. Il tendone tirato a lucido. “E vissero tutti feriti e contenti”, sta arrivando con le sue attrazioni, con i suoi equilibristi di fine mese, con i mostri della società colmi di animo nobile e con fascinose sirene che portano in salvo. Si comincia. Qui avete le date di ottobre, ma tante tante altre ne verranno.

A Palermo il 19 ottobre, ci sarà un capocomico straordinario, Mario Barnaba, in arte Scarpa. Vi accoglierà degnamente e vi porterà dentro un circo fatto di racconti.
E dopo le parole di introduzione di chi in questo circo ha creduto, Enrico Ruggeri che ha curato la prefazione e la domatrice di parole, Valentina Cucinella, che accompagnerà il circo e lo ha sostenuto fin dalla sua forma primaria.

Poi sarà la volta di chi è giocoliere di parole e spettacolo. Marco Pomar, che sarà con me e soprattutto con voi a raccontare il circo. Lui, maestro di tempo, autore di un libro in tema, c’è tempo.

A Catania il 20 ottobre, ci sarà Marco Camalleri, scrittore, anima in tumulto in aspetto apparentemente placido, sarà lui a raccontare con me il circo in quella sede, autore di un libro pregevole quale “La nebbia a Edimburgo non c’era”. Un altro per cui scrivere non dà da vivere, ma sicuramente fa sopravvivere.

Infine Agrigento, il 24 ottobre, Accademia delle Belle Arti, con tanti amici, per un circo che in quella sede è di casa. Giusy Terrasi, giornalista, e il professore Enzo Alessi saranno con me.

In mezzo vedrò spettacoli meravigliosi, tra cui quello di Sofia Muscato, Sarò in radio il 16 ottobre con “Doc”, Domenico Cannizzaro, a Radio Time, incontrerò amici e chi ha avuto la bontà di leggermi o sta per farlo. Bene. Entrino le attrazioni. Il circo sta arrivando.

Piccola digressione personale. Grazie a chi amo in maniera primaria e nucleare. A chi mi ha salvato a volte. Questo libro non ci sarebbe senza di loro.

Ettore Zanca

No comments yet.

Lascia una risposta