Presentazione del libro Gabriele d’Annunzio Pittore di Costanzo Gatta

cop_dannunzio-pittore

Venerdì 20 gennaio ore 18,00
Presso l’Associazione Artisti Bresciani, Vicolo delle stelle, 4 – Brescia

Presentazione del libro
Gabriele d’Annunzio Pittore di Costanzo Gatta

cop_dannunzio-pittore

Introduce
Dino Santina, presidente dell’AAB

ne discute con l’autore
Francesco De Leonardis, storico dell’arte


D’Annunzio pittore? Chi lo avrebbe mai detto. Eppure, frequentando il Cicognini di Prato – il padre lo iscrisse nel settembre 1874 – sia pure giovinetto si appassiona a tutto quello che offre il collegio. Frequenta lezioni di ginnastica, musica, lingue straniere, danza, scherma. E soprattutto si appassiona alla pittura con il maestro Alessandro Ferrarini. I suoi primi quadretti, assai banali per il vero, sono dedicati al primo amore Lalla Zucconi, giovane fiorentina. La voglia di continuare ad esprimersi con il disegno lo accompagnerà per tutta la vita. I suoi Taccuini sono costellati di piccoli disegni. Le lettere che invia a Maroni sono accompagnate da schizzi per far capire cosa desideri per il nascente Vittoriale.

Gabriele d’Annunzio non è stato soltanto un’importante figura della letteratura italiana del Novecento ma un personaggio d’indole eclettica con un carattere diverso da tutti gli altri letterati del tempo; in lui, infatti, vi era la voglia di conoscere, di godersi la vita in tutti i suoi aspetti e di dare sfogo a ogni sua passione. Oggi è conosciuto come giornalista, romanziere, poeta, drammaturgo, scenografo, politico, patriota, militare ed eroe di guerra, ma, in realtà, ebbe tant’altre passioni; si occupò, infatti, di numerosi rami dello scibile umano. Non v’è da stupirsi, quindi, se oggi, si parla anche di un d’Annunzio pittore.

No comments yet.

Lascia una risposta